Free cookie consent management tool by TermsFeed
Living Better
Il progetto

Sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Territori Inclusivi, è stato elaborato grazie ad un percorso di co-progettazione promosso dal Consorzio Servizi Sociali IN.RE.TE.

Costruire e migliorare pratiche di lavoro comuni

Living Better si propone di consolidare la rete territoriale dei soggetti impegnati a favore della popolazione più fragile allo scopo di migliorare le condizioni per l’integrazione delle persone vulnerabili. Sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Territori Inclusivi, è stato elaborato grazie ad un percorso di co-progettazione promosso dal Consorzio Servizi Sociali IN.RE.TE.



Collaborano al progetto diverse realtà territoriali: Associazione Biloura, Associazione Mastropietro & C., Associazione Moabi. Associazione Pubblico-08, Associazione Senza Confini, Commissione Sinodale per la Diaconia, Comune di Ivrea, Cooperativa Orso, Cooperativa Pollicino, Cooperativa Zac! – Zone Attive di Cittadinanza, Comune di Ivrea, CPIA TO4 (Centro Provinciale Istruzione Adulti), Croce Rossa Italiana Comitato di Ivrea ODV.

Tutte le azioni ipotizzate sono tese a costruire e migliorare pratiche di lavoro comuni, coinvolgendo i soggetti territoriali per definire strumenti nuovi e procedure condivise che facilitino la collaborazione e creino le condizioni per una reale integrazione delle persone vulnerabili.

Obiettivi

  1. contribuire al miglioramento dei percorsi di vita delle persone in condizione di fragilità
  2. introdurre sviluppi e novità nelle modalità operative maturate nell’ambito dell’accoglienza
  3. aumentare le conoscenze e le competenze degli operatori e delle organizzazioni di appartenenza
  4. introdurre elementi innovativi che consentano alla comunità di sviluppare una riflessione circa il valore dell’inclusione.

Destinatari

Alla luce degli obiettivi e della considerazione che prima di tutto sia fondamentale agire sulla costruzione di un contesto fatto di reti relazionali che facilitino opportunità e l’accesso a beni e servizi, i destinatari del progetto sono:

  • le persone in condizioni di fragilità e a rischio marginalità, con attenzione prioritaria a quelle con background migratorio;
  • il sistema territoriale, inteso come enti pubblici, soggetti del terzo settore, rappresentanze della società civile e altre realtà del territorio;
  • i cittadini, intesi come comunità partecipe e capace di favorire la costruzione di pratiche a favore di una cultura inclusiva, solidale e ispirata a principi di corresponsabilità.

Bisogni

Living Better si propone di soddisfare i bisogni primari attraverso percorsi individualizzati di inclusione sociale e di sviluppo di autonomia economica.
Il gruppo di co-progettazione ha identificato sei grandi aree di bisogni strettamente interconnessi tra loro e propri delle persone fragili presenti sul territorio sulle quali concentrare le azioni.

  1. Abitare
  2. Lavoro
  3. Formazione
  4. Accesso ai servizi e alle opportunità del territorio
  5. Società inclusiva
  6. Rete territoriale stabile, aperta e curata

Territorio

Il progetto opera sui 42 Comuni del territorio canavesano afferenti al Consorzio Servizi Sociali In.Re.Te